Storia della Croazia

L'uomo delle caverne W. 1899 r. Nella città di Krapina vicino a Zagabria sono stati trovati i resti e gli strumenti di un uomo preistorico – homo crapiniensis, derivato dal Pleistocene. Sull'isola di Hvar è stato portato alla luce un insediamento neolitico, a epokę brązu i wczesnego żelaza reprezentuje osada odnaleziona na Istrii w pobliżu Puli.

Illiria L'area dell'attuale Croazia era abitata da tribù illiriche nell'antichità e quindi la terra era chiamata Illiria. Da una delle tribù – Dalmati - il nome Dalmazia deriva da. Di 400 r. p.n.e. I Celti iniziarono a conquistare queste aree. A quel tempo, la costa dalmata, soprattutto isole e città costiere, furono coperti dalla colonizzazione greca. Dal primo secolo. p.n.e. I romani già governavano in queste aree; io io io io. è l'ascesa dell'Impero Romano nei Balcani. La popolazione illirica fu gradualmente romanizzata. W 437 r. La Dalmazia era subordinata all'Impero Romano d'Oriente. W IV e V w. le terre dell'odierna Croazia furono invase dagli Unni e dai Goti, che ha devastato quasi l'intera penisola balcanica.

Croati nei Balcani Durante la grande migrazione degli Slavi nel VI e VII secolo, la tribù dei Croati raggiunse la penisola balcanica. Sono tornati nel VII secolo. dalla sua terra natale, il cosidetto. Bianco o Grande Croazia (Secondo la leggenda, queste erano terre a nord dei Carpazi, cioè Małopolska e Ucraina), stabilendosi nella parte occidentale della penisola balcanica. All'inizio, come altre tribù slave, furono subordinati al potente stato degli Avari e combatterono con loro contro i Bizantini. Entro la fine dell'VIII secolo. unioni tribali indipendenti con centri in Dalmazia furono stabilite nel territorio dell'odierna Croazia (Dalmazia Croazia) i Slawoni (Posawska o Croazia pannonica). Dopo la sconfitta degli Avari da parte di Carlo Magno, i croati caddero in dipendenza dallo stato franco.

I primi governanti storici delle allora regioni della Croazia: Borna e Viseslav nella Croazia dalmata (ai tempi di Viseslav, w 800 r., I croati hanno adottato il cristianesimo) e Ljudevit Posavski in Posavska Croazia, cercarono di liberarsi dalla tutela dei Franchi. W 819 r. Ljudevit Posavski organizzò una rivolta contro di loro, che, però, fu sanguinosamente represso. Nella prima metà del IX secolo. Croazia, già governato dai primi sovrani della dinastia Trpimirowic, si arrese alla sovranità di Bisanzio.

Indipendenza nazionale croata. stato croato, indipendente e indipendente, è stata fondata durante il regno di Trpimirowice. Il primo sovrano indipendente fu il principe Brani-mir, in cui 879 r. ha tagliato i legami con Bisanzio. Dopo di lui, regnò Mutimir, e poi Tomislav (910-928), al quale papa Giovanni X concesse v 925 r. il titolo di re. Il re Tomislav unì le terre croate e le difese con successo contro ungheresi e bulgari. Durante il suo regno, la Croazia conobbe tempi di grandezza e potere. I successivi sovrani della dinastia cercarono di mantenere l'indipendenza e la coesione delle loro terre, ma per le influenze, ad es.. tali poteri si contendevano nella Croazia dalmata, come Bisanzio e Venezia. L'adozione ufficiale del cristianesimo da parte della Croazia ha automaticamente rafforzato i suoi legami con il papato. Papa Gregorio VII secolo 1074 r. ha incoronato re la squalifica della Croazia su Zvonimir. In effetti, significava sottomissione all'autorità papale. Con la fine della dinastia Trpimirowic (dopo l'omicidio di Zvonimir) il breve periodo per la Croazia è terminato (879-1090) indipendenza dello stato.

Unione personale con l'Ungheria. Firmato da croati in 1102 r. l'unione personale con l'Ungheria durò fino al 1918 r. In un primo momento, il re ungherese Koloman fu intronizzato sul trono croato. Col tempo riuscì a imporre la sovranità anche alle città dalmate, che poi appartenne di nuovo a Bisanzio. Inizialmente, lo stato era tenuto separato all'interno del Regno di Ungheria – m.in. le incoronazioni dei re di Croazia si sono svolte separatamente, che ha governato secondo la legge croata stabilita dal cosiddetto. Gusto (istituzione statale). Il paese aveva ancora un esercito, tuttavia, i suoi diritti furono gradualmente ridotti. Un'incoronazione separata fu abbandonata sotto il governo di Arpada, e il Ban della Croazia divenne il governatore del re d'Ungheria (vice re e giudice supremo del regno). Il feudalesimo è apparso con il nuovo potere.

W XIV w. I turchi iniziarono le loro conquiste in Europa. Nel XVI secolo occuparono parte del territorio croato. Quando in 1526 r. gli Asburgo salirono al trono di Ungheria e Croazia, governavano solo nelle vicinanze di Zagabria, come il resto delle terre sul lato orientale dell'Adriatico cadde nelle mani dei Turchi. A sua volta, la Croazia dalmata dal XV al XVIII secolo. era sotto il dominio di Venezia.

Terra di confine militare. Frontiera militare croata (Paesaggio di guerra) è stata fondata nel XVI secolo. sulle terre, che gli Asburgo recuperarono dai Turchi. Era un lembo di terra vicino al confine turco-croato. Nel corso del tempo, il confine militare è stato diviso in tre aree: nord-ovest che copre la Slavonia (m.in. Varażdin, Krizevci), situato a sud di Zagabria (m.in. Casco, Slunj) e un lembo di terra costiera (m.in. Fiume, l'isolotto). La terra di confine è stata popolata di faglie, chiamati anche guardie di frontiera o tagliatori; il più delle volte erano serbi ortodossi fuggiti dalle terre conquistate dai turchi. A Uskoków era richiesto il servizio militare e il lavoro per lo stato e l'esercito. Per proteggere i confini, nella zona di confine furono costruiti rocche e insediamenti fortificati. La fine del confine militare è arrivata 1881 r., quando fu completamente incorporata in Croazia.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *